Cascata di ghiaccio di Cambrembo

Cascata di ghiaccio di Cambrembo

CAMBREMBO – VAL ROTTA (BG) – cascate di ghiaccio

E’ da una settimana che ho male alla mano destra a causa dell’incidente dello scorso weekend sugli sci e oggi non sarei nemmeno dovuto venire……ma non ce l’ho fatta proprio a resistere alla tentazione di provare a far cascate di ghiaccio! 😛
Mi aggrego quindi al gruppo in extremis e parto anch’io verso la nostra meta.

Inizialmente dovevamo fare la cascata della val Sambuzza, sul sentiero per il rifugio Calvi dalle parti di Carona. Era data secondo grado di ghiaccio e ci sembrava un buon modo di iniziare l’attività.
Peccato solo che dopo mezz’ora di avvicinamento, la cascata (anche grazie alla sua esposizione sud-est) era completamente liquida e quindi abbiamo dovuto cambiare programma in corsa.
Siamo andati quindi dalle parti di San Simone in val Rotta, una valletta molto fredda e con una splendida cascatella esposta a nord, fortunatamente bella ghiacciata (solo che….di grado terzo +…..cosa non banale per chi comincia).

Arrivati alle pendici della cascata, partiamo spavaldi con l’idea di chiodarla dal basso, ma rimaniamo presto delusi dai vani tentativi.
Ci manca confidenza con l’elemento e quindi approfittiamo della gentilezza di un altro gruppetto di scalatori e ci facciamo mettere la corda dall’alto per fare tutte le nostre prove del caso.
Beh che dire……..da quel momento in avanti, siamo andati in crescendo, superando le difficoltà e imparando piano piano la tecnica di progressine (provando noi ed osservando la scalata di quelli più esperti di noi).
Alla fine, siamo stati sulla cascata dalle 10 del mattino fino alle 5 del pomeriggio, provando tutte le possibili linee di salita e divertendoci un mondo.

Che dire………bellissimo e da rifare!!

Prossima volta magari abbassiamo un minimo il grado tecnico e cerchiamo di chiodarci noi tutta la via.
Quello di oggi è stato un test utilissimo anche per poter alzare il grado sulle vie di montagna invernali.
Una volta che hai salito una parete di ghiaccio di 90° per 25 metri, affrontare un canale di 70-75° su neve diventa decisamente più semplice e abbordabile!! 😉
Alla prossima!

cascata di ghiaccio di Cambrembo (I/3+)

  • Cascata di ghiaccio di Cambrembo

    Come sempre, Il Niggah colto nel suo momento di amore più puro..... <3 <3 <3 😛

  • Cascata di ghiaccio di Cambrembo

    Ecco infine la nostra bella cascata nella sua interezza, vista dalla strada sulla via del ritorno. Giornata fantastica!!

  • Cascata di ghiaccio di Cambrembo

    Il Gallo invece è ancora infoiato a bestia e prova linee sempre più dure....ma dopo questo tiro dovrà mollare anche lui. Un po' è tardi....un po' siamo tutti cotti, Gallo compreso

  • Cascata di ghiaccio di Cambrembo

    Dopo aver provato tutte le linee più interessanti, chiudiamo con le linee più plesir. Gab in salita sull'ultima via mancante, forse la più facile. Ormai le braccia non ci sono più!

  • Cascata di ghiaccio di Cambrembo

    Il Gallo però, dopo i primi centimetri, si trova subito in difficoltà e si ferma. Decide di dare spazio al Nig che parte anche lui bello tranquillo......ma dopo un paio di metri, si ferma abbandonando l'idea di chiodare da primi questa linea di salita. Un po' siamo freddi, un po' ancora scaliamo di merda, un po' non abbiamo dimestichezza nell'infilare le viti da ghiaccio in progressione. Sta di fatto che a sto punto, approffittiamo della presenza di altri ragazzi per farci mettere la corda dall'alto in modo da prendere confidenza con calma verso questa nuova disciplina

  • Cascata di ghiaccio di Cambrembo

    Ci mettiamo d'accordo sul da farsi e decidiamo di provare ad andare alla cascata di San Simone che dovrebbe essere esposta a nord e quindi con buona probabilità...ghiacciata

  • Cascata di ghiaccio di Cambrembo

    Messa la corda dall'alto, è il turno dello Zano che parte spavaldo ma nel giro di circa 7 metri dovrà ricredersi......non è mica così banale scalare su sto cavolo di ghiaccio! Anche se in arrampicata fai gradi super!!

  • Cascata di ghiaccio di Cambrembo

    In seguito tocca allo Zano che su sto tiro spantega il giusto ma poi esce dal punto chiave e porta a casa la linea. Si ringrazia il Gallo per la foto con angolazione "perfetta".... 😛

  • Cascata di ghiaccio di Cambrembo

    il Niggah va in chiusura ed esce dal pezzo dritto

  • Cascata di ghiaccio di Cambrembo

    Salgo anch'io sullo stesso tiro e in discesa, approfitto per fotografare il Niggah dall'alto che invece sta riprovando la cascata di sinistra

  • Cascata di ghiaccio di Cambrembo

    il Niggah in uscita dal primo punto chiave

  • Cascata di ghiaccio di Cambrembo

    il Niggah verso il primo punto chiave

  • Cascata di ghiaccio di Cambrembo

    Il Gallo in uno dei punti chiave della linea di salita

  • Cascata di ghiaccio di Cambrembo

    Parte anche il Niggah sulla stessa linea (spigolo sinistro della cascata destra)

  • Cascata di ghiaccio di Cambrembo

    il Gallo in avvicinamento all'uscita del muretto, a pochi passi dalla spaccata verso il lato sinistro

  • Cascata di ghiaccio di Cambrembo

    Gab nella parte terminale del tratto verticale

  • Cascata di ghiaccio di Cambrembo

    Qui saltiamo un po' avanti nel tempo. Dopo aver provato un po' di linee sulla cascata destra, scambiamo di nuovo le corde con gli altri ragazzi e torniamo sulla parete di sinistra. Al secondo tentativo, per fortuna, sono riuscito a portare a casa anche questa linea che comunque non era banale sia nel tratto basso a 90° sia nel pezzo superiore (più appoggiato ma liscio).

  • Cascata di ghiaccio di Cambrembo

    Gli altri ragazzi ci chiedono uno scambio di corde, così passiamo sulla parte destra della cascata e precisamente su una linea che parte dall'angolo destro della cascata destra e che poi si accentra pian piano. E' il turno del Niggah, che stavolta riesce a salire bene e arriva in cima

  • Cascata di ghiaccio di Cambrembo

    Sulla strada di discesa, la bella valletta innevata al lato della quale, passa la strada per il rifugio Calvi

  • Cascata di ghiaccio di Cambrembo

    il Niggah all'uscita del verticale della cascata sinistra, fotografato da me che sono in calata sulla via di destra

  • Cascata di ghiaccio di Cambrembo

    Torniamo di nuovo sulla cascata di destra. Parte il Gallo salendo lo spigolo sinistro che sembra molto carino. Tra le linee che abbiamo provato, questa è stata forse quella che io personalmente ho trovato più bella e impegnativa

  • Cascata di ghiaccio di Cambrembo

    Gab in uscita dal verticale verso la parte più appoggiata

  • Cascata di ghiaccio di Cambrembo

    Provo anch'io senza successo, fermandomi un paio di metri prima dello Zano. A questo punto ricominciamo il giro e riparte il Gallo, che al secondo tentativo, piano piano, riesce a portarsi a casa questa linea di salita.

  • Cascata di ghiaccio di Cambrembo

    Parte il Gallo che inizia la sua opera di chiodatura ascellare della cascata fin da terra, ficcando la vite da ghiaccio del "non serve a un cazzo, ma aiuta la testa" ... 😛

  • Cascata di ghiaccio di Cambrembo

    Arrivati dalle parti di San Simone, con soli 10 minuti di cammino raggiungiamo la cascata di Cambrembo e la troviamo in condizioni perfette!! Non ci sembra vero e ci prepariamo di corsa alla scalata con frasi pagliacce del tipo "si ma si vede che è facile....questa la faccio da primo ad occhi chiusi"............... eh......non è andata proprio così! 😛

  • Cascata di ghiaccio di Cambrembo

    Il Gallo è demotivatissimo......ma spera ancora molto di riuscire a scalare a San Simone. Io viste le temperature sono parecchio dubbioso, ma dovrò ricredermi (per fortuna!!)

  • Cascata di ghiaccio di Cambrembo

    torniamo poi indietro e lasciamo la macchina in zona parcheggio, onde evitare multe della forestale che ne abbiamo già abbastanza... 😉

  • Cascata di ghiaccio di Cambrembo

    Iniziamo la giornata spianando con la jeeppa del Nig la strada innevata in direzione del rifugio Calvi, dove con mezz'ora di cammino, ci attende la cascata che abbiamo scelto per oggi

  • Cascata di ghiaccio di Cambrembo

    Arrivati alla cascata, la delusione è grande. Neanche un filo di ghiaccio....fa troppo caldo e la cascata è completamente liquida!

Posted from Lombardy, Italy.

Lascia un commento