Via Carlo Carmagnola – Pilastro Lumastin – Perseverando sul plaisir!

postato in: Arrampicata, Vie lunghe | 0
ANZOLA D’OSSOLA (VCO) 210 m s.l.m. – VIA A CARLO CARMAGNOLA – Arrampicata sportiva – Sviluppo 130 m circa – Difficoltà max 6b, 5b obbl. – Esposizione EST

Alcune settimane fa avevamo fatto la via Anzola Plaisir e ci era rimasta l’acquolina in bocca per quest’altra via “a Carlo Carmagnola” che non avevamo potuto affrontare in quella giornata per mancanza di tempo.

E quindi, eccoci qua per recuperare, consapevoli del fatto che sarebbe stata più o meno sugli stessi parametri della via precedente, ma sempre su ottima roccia e con chiodatura che te la sogni pure in falesia 😅.

E’ andata molto bene anche a sto giro: via divertente, anche se un filo meno continua sulle difficoltà rispetto ad Anzola Plaisir.

Qui i tiri diventano 7, contro i 4 dell’altra via, ma è più per necessità di percorso che per altro.
Alcuni tiri possono essere serenamente concatenati arrivando allo stesso numero della precedente.

Purtroppo a questo punto pensiamo di aver esaurito le possibilità di questo bel pilastro, ma ce n’è un altro poco sotto che promette bene, nonostante abbia gradi un po’ più severi.
Chi vivrà, vedrà 😉.

Avvicinamento

Dalla S.S. del Sempione, uscire ad Anzola (arrivando da sud), passare sotto la statale e alla rotonda girare a sinistra.
Dopo circa 50 metri, prendere la strada a destra ed in brevissimo, di nuovo a sinistra.
Prendere poi la seconda strada a destra con cartello bianco con indicazioni per la falesia e che passa sopra ad un ponticello.

Seguire lo sterrato verso sinistra per un centinaio di metri fino a quando si arriva ad uno spiazzo su prato dove si può trovare in genere comodo parcheggio (non mettetevi davanti al cancello dell’azienda agricola!!!!).

Da qui seguire il sentiero che passa vicino alla montagna fino ad incontrare un cancello.
Superarlo chiudendoselo alle spalle e seguire il bordo delle rocce a destra fino al termine della falesia.

Tagliare poi a sinistra, superare un serbatoio dell’acqua e un ruscello che in estate è in secca e salire nel bosco fino ad una scala a pioli.

Risalirla, seguire le catene di ferro, poi si guada di nuovo nei pressi di una splendida pozza tornando dal lato opposto.

Risalire con corde fisse per 7-8 metri, poi a destra fino al terrazzino dove attaccano sia Anzola Plaisir, sia Carlo Carmagnola (15-20 min dal parcheggio).

Descrizione della via

  1. 5c, 20m – Salire la placca che si vede dritta di fronte arrivando dalle corde fisse, inizialmente molto appoggiata, poi con qualche passo più delicato nel centro.
    Spostarsi quindi un po’ verso lo spigolo di destra dove si trovano appigli e appoggi migliori fino alla sosta.
  2. 4c, 20m – Seguire la placca più lavorata sulla sinistra della sosta fino ad uscire su pendenze più agevoli.
    Puntare quindi ancora a sinistra verso una corda fissa di qualche metro che passa nel boschetto fino alla sosta sotto una lama verticale.
  3. 5a/b, 15m – Salire la bella e divertente lama con buone mani e piedi, poi per placca facile fino in sosta.
  4. 5a, 20m – Seguire il profilo dello spigolo sopra alla sosta, oppure più facilmente per diedro appoggiato appena sopra a sinistra.
    Rimontare poi delle rocce lavorate o sempre per spigolo, quindi placca facile fino in sosta.
  5. 6a, placca, 1 passo, poi 5b, 25m – A mio avviso il tiro più bello. Salire a sinistra della sosta e procedere in diagonale sinistra con un passo più delicato di 6a fino a raggiungere delle buone prese.
    Quindi in verticale fino allo spit.
    Portarsi poi sotto lo spigolo ed affrontarlo direttamente con passi divertenti e ben ammanigliati fino in sosta.
  6. 4c/5a 15m – Sopra alla sosta seguire la placca in diagonale destra fino alla comoda sosta sotto uno strapiombo.
  7. 6a+/6b (1-2 passi), il resto facile 20m – Dalla sosta, spostarsi a sinistra, alzarsi il più possibile, spostarsi quindi a destra con passo delicato verso lo spit centrale della placca.
    In seguito passo più ostico, meno ammanigliato e un po’ lungo (ma volendo azzerabile) fino a prendere lo spigolo.
    Poi con lamette alzarsi in verticale fino ad uscire dalle difficoltà ed infine in sosta.

Discesa

Con 2-3 calate sfruttando le numerose soste fino alla base.
Attenzione agli arbusti per non far incastrare le corde!!

Giudizio

Bella arrampicata su roccia ottima (generalmente placca, ma anche con qualche pezzo con MANONE appaganti) e con protezioni che in via generalmente te le sogni proprio!!!
Qui i chiodatori hanno deciso di far divertire la gente senza dover MAI pensare alle cadute.

Ideale per una giornata di relax e serenamente fattibile in pendant con l’Anzola Plaisir, entrambe brevi e ben protette.

Non fatevi spaventare dal 6b finale…il grado obbligatorio resta il 5b e avrete l’occasione di provare i passi senza mai sentirvi insicuri.

Enjoy, e ringraziate i chiodatori che sono stati davvero mooooolto generosi!!! 😛

Condividi su
Disclaimer

Attenzione: Le attività che si svolgono in montagna quali alpinismo, arrampicata, scialpinismo, ma anche il semplice escursionismo possono essere potenzialmente pericolose: la valutazione del rischio spetta alla responsabilità di ognuno singolarmente, in base alle proprie condizioni psico-fisiche e alle condizioni ambientali. Relazioni e descrizioni all'interno del blog sono frutto della nostra personale esperienza, possono contenere imprecisioni nonostante la nostra attenzione; le foto e i video possono essere utilizzati esternamente solo a fronte di richiesta e autorizzazione scritta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *