Poncione di Valpiana dalla val Cavagnolo – Airolo (CH) – Scialpinismo

pubblicato in: Scialpinismo | 0
Fraz. All’Acqua, Airolo (CH) (1.614 mt) – Poncione di Valpiana (2.660 mt) – dislivello compl. 1050mt – Scialpinismo – difficoltà MS

Non abbiamo ancora fatto molto scialpinismo quest’anno, complice anche la poca neve in italia e il vento che spesso rovina i nostri piani e ci porta su altre mete.
Sto weekend però c’eravamo tutti ed eravamo carichi come molle!
Quindi furgonata di gruppo e via tutti insieme verso la SFIZZERA, dove invece un po’ di bella polvere c’è!
Il meteo non era dei migliori questo sabato. Abbiamo scelto Airolo perché lì davano più schiarite e poi perché questa gita l’avevamo fatta più o meno 4-5 anni fa senza finirla a causa del meteo horribilis e quindi volevamo portarcela a casa.
Il ricordo era molto buono….vallone esposto a nord, con polvere di livello e pendenze goduriosissime e in effetti devo dire che è stata una delle migliori sciate degli ultimi 2 anni!!
Da fare assolutamente, meglio se in una buona giornata che consente di godere del bel panorama. Noi ci accontentiamo della neve spaziale e dell’allegria di avere tutto il gruppo al completo! 😉

Avvicinamento

Prendere la Milano – Como e superare in autostrada il confine svizzero. Se non avete il permesso autostradale potete acquistarlo all’ultimo autogrill italiano prima del confine ad un prezzo di circa 40€ (valido tutto l’anno). Proseguire in autostrada per un’oretta in direzione del passo del San Gottardo ed uscire ad Airolo. Seguire poi per la val Bedretto per alcuni km verso All’Acqua e parcheggiare nell’ultimo parcheggio che delimita la chiusura della strada (spesso pieno, ma ci sono svariati parcheggi uno dopo l’altro).

Descrizione della salita

Dal parcheggio, seguire la traccia innevata che procede oltre la strada e che nel giro di pochi metri supera un ponticello che porta sulla sponda opposta del fiume.
Si inizia quindi a risalire nel bosco con pendenza via via maggiore fino a raggiungere dei pali della luce. Da qui si traversa verso sinistra (faccia a monte) in direzione di un ampio pianoro e di un enorme vallone che si apre dinnanzi.
Sulla sinistra è visibile una casa un po’ più in alto (non so se sia un rifugio o qualcosa del genere).
Procedere stando sul lato sinistro del vallone e puntando verso la sua fine e risalire con svariate S i pendii in parte morbidi e talvolta più ripidi fino a conquistare un secondo grande pianoro.
Anche qui bisogna raggiungere il suo fondo e risalire poi per un fantastico muro che in discesa sarà una goduria assoluta su polvere stellare. Al termine del muro, deviare a sinistra seguendo la conformazione della valle e discendere per qualche metro in un terzo pianoro, al termine del quale si risale fino a raggiungere un passo.
La cima si trova pochi metri sulla propria sinistra. Ci si può arrivare con gli sci o a piedi a seconda delle condizioni della neve.
La discesa può essere fatta sia per la via di salita sia con un giro ad anello. Noi non conoscendo bene la zona ed essendoci visibilità a pochi metri abbiamo preferito scendere dalla stessa strada, devo dire con grande soddisfazione!! (a parte i pezzetti in piano ovviamente).

 

Giudizio

Ottima scialpinistica che mantiene un manto nevoso eccellente e sempre con pendenze estremamente gradevoli e divertenti per la discesa. Consigliata a man bassa, anche se è molto frequentata, sia da italiani che da svizzeri.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *