Via “Dottor Jimmy” al Monte Coudrey

pubblicato in: Arrampicata, Vie lunghe | 0

Armata Brancaleone in grande spolvero oggi!
Abbiamo chiuso una via di quasi 400mt nonostante fossimo in 3…..e che 3!! 😉

Io per togliere subito qualche chance al gruppo, non sento la sveglia (tanto per cambiare!) e arrivo con la mia buona ora di ritardo all’appuntamento.
Il Niggah se la lega al dito e mi minaccia per tutto il viaggio fino alla val d’Aosta di non farmi tirare neanche un tiro (col Gallo che approva e annuisce). Maledetti!!!

Alla fine però si impietosiscono e ce la giochiamo a bimbumbam per chi inizia, decidendo di fare 2 tiri a testa consecutivi per ciascuno.
Dall’estrazione, esco proprio io e quindi riesco a farmi da primo 4 tiri in totale (facciamo 3 e 1/2 perché uno era un traverso del cazzo di secondo grado).
Ma la sorte vuole che i tiri più interessanti siano capitati al Gallo e al Niggah, che infatti se la sciallano non poco.
Io mi diverto comunque molto, ma mi resta un minimo di acquolina in bocca per una splendida placca di 5c, molto continua e su piccole sporgenze, che è capitata al Niggah e che tornerò prima o poi a rifare per provarla da primo.

Comunque grande giornata di sole e bellissima roccia!!
Gneiss valdostano compatto e rugoso, tutto di piedi.
Via ultrachiodata…..pure troppo per i miei gusti.
Ma basta saltare qualche rinvio e ci si diverte lo stesso!

 

Via "Dottor Jimmy" al Monte Coudrey

  • Due delle capre si fanno i cavoli loro continuando a brucare nel rigoglioso prato

  • E finalmente.....è arrivata l'ora della pappa e della birra!!! Ci siamo fermati all' Osteria Il Viandante di Donnas, dove sapevo che facevano sti panini meravegliosi e dove mi fermo ogni volta che mi capita di passare da quelle parti. Questo si che è un rifocillamento di livello!!!

  • Appena saliti in macchina, ci becchiamo sto pastore che porta in giro un branco di ???? (capre cornutissime?? stambecchi da allevamento??? Boh.....)

  • Per scendere, ci basta una calata di una trentina di metri, poi si riesce a prendere un comodo sentiero che in 20 minuti ci riporterà alla macchina. Ecco il Gallo in calata

  • E' il turno del Gallo che si becca due bei tiri di quinto (il primo un po' sopravvalutato secondo me, il secondo più placcoso e divertente). Qui il Gallo rimonta lo strapiombino del suo primo tiro.

  • I nostri eroi scherzano sul grande terrazzone alla fine della nostra via

  • Il Niggah in uscita del muretto bastardo

  • Ecco invece il Niggah sull'ultimo tiro (3c? 4a?), che ci porta finalmente in vetta!

  • il Niggah mostra con orgoglio le sue possenti mammelle mentre assicura il Galletto

  • Parte il Niggah sul 6a

  • Il Niggah a metà della placca di 5c

  • I ragazzi alla sosta del sesto tiro

  • oggi ripasso di nodi per tutta l'Armata. sono permessi solo nodi barcaioli in sosta 😉

  • Tocca al Niggah, che si gode un bel terzo tiro.

  • Il Niggah sorridente in attesa che il Gallo riesca a fare giusto il suo barcaiolo 😛

  • Gianni e Pinotto si assicurano alla sosta appena arrivati

  • Ecco l'attacco!! Ora ce la giochiamo a bim bum bam e io vinco i primi due tiri (4c e 4a....niente di che. Però per scaldarsi vanno bene e poi, viste le minacce del viaggio, porto a casa volentieri prima che cambino idea! 😛 )

  • Il Gallo alla sosta del secondo tiro

  • La figata di sto posto è che sia l'avvicinamento dell'andata che il ritorno, sono entrambi in discesa e di pochi minuti!!

  • La nostra via di oggi. Bella lunghetta, ma possiamo spartircela in 3 e abbiamo un sacco di tempo, quindi ci si prova

  • il Gallo sulla placca del 6a

  • Il Niggah vicino all'uscita (forse la parte più stronza)

  • Siamo ormai in dirittura d'arrivo, ma mancano ancora un paio di tiri, tra cui questo breve tratto di 6a con rimontina strapiombante e placca svasa successiva che capita al Galletto, il nostro re degli strapiombi. Stavolta la sorte c'ha visto giusto 😉

  • Purtroppo la sorte mi ha privato di questo magnifico tiro di 5c su piccole tacche che il Ninja si godrà alla grande, anche con un po' di chiappa stretta. Ma vista la chiodatura ascellare che c'è in sto posto, si va su sereni e tranquilli. Qui il Niggah attacca la bella placca

  • Questi saremmo io e il Niggah che sbuchiamo dalla rimonta, ma qualcuno dovrebbe insegnare al Gallo come alzare la risoluzione della macchina fotografica del suo telefono perché le sue foto sono sempre tutte in 640x480 pixel e non si vede una favazza!!

  • Tocca di nuovo a me e mi godo uno schifo di traverso di secondo grado, ma recupero poi con un bel quinto grado di placca che ho gradito assai. Qui il Niggah sale lungo la placca dell'ottavo tiro (foto pixellosa del Gallo)

  • Il Niggah alla partenza sulla rimonta del sesto tiro

  • Ma l'inconveniente è sempre dietro l'angolo e la corda del Niggah rimane bloccata in una strozzatura pochi metri sotto. Il Gallo è costretto a calarsi per liberarla

  • Mentre ci avviciniamo all'attacco, sotto di noi abbiamo una splendida vista sul forte di Bard

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *