Cascata “Lamento Diagonale” – Val Vedrano

pubblicato in: Cascate di ghiaccio | 0
Località LAVEGGIOLO, Gerola Alta (SO) 1.470 m slm – CASCATA LAMENTO DIAGONALE 1800 m circa – disliv. arrampicata 100 m circa – II / 2+ – CASCATA DI GHIACCIO

La val Vedrano è una tranquilla valletta laterale della val Gerola che regala un ambiente freddo e riparato grazie alla sua esposizione nord. Vi si trovano svariate cascate su gradi facili e anche qualche scialpinistica carina (anche se al momento impraticabile vista la poca neve).
Per arrivare in val Vedrano, da Morbegno seguire per la val Gerola fino al paese di Gerola Alta dove bisogna prendere una strada che sale sulla destra e che porta alla frazione di Laveggiolo dove si parcheggia subito prima del cartello di divieto, proseguendo poi a piedi lungo la strada per un’oretta circa.

Siamo alla prima uscita su ghiaccio di stagione e quindi decidiamo di partire su qualcosa di soft e puramente plaisir, senza smanie da prestazione.
Raggiunta la base delle cascate, decidiamo per “Lamento Diagonale“, ovvero la variante sinistra della cascata centrale (visto che il mio socio aveva già fatto la centrale l’anno scorso).
Dopo i primi 15-20 metri di avvicinamento in cui praticamente si cammina, si arriva nel punto in cui le due cascate si uniscono tra loro e lì è possibile attaccare il primo muretto.
Troviamo un ghiaccio per la maggior parte secco e spaccoso e in piccola parte un po’ di ghiaccio “pongo” che regala sicurezza.

 

 

Sono solo 2 tiri in totale, di circa 50 metri ciascuno. Prima sosta su ghiaccio, seconda su albero. Il grado è II / 2+, ma si può complicare una minima stando tutto a sinistra nel primo tiro e al centro / sinistra nel secondo tiro.
E’ inoltre possibile collegare altre cascate nella parte superiore ma noi ci siamo accontentati di questa perché essendo domenica ed essendo il 6 di gennaio, eravamo terrorizzati all’idea del traffico di ritorno dalla Valtellina e quindi, portato a casa il nostro obiettivo, ci siamo tuffati in agriturismo per un breve (ma intenso!) pranzo e siamo poi tornati a casa prima che iniziasse il trafficone di fine vacanze.

Nel complesso, la cascata è molto easy ma comunque divertente. Il secondo tiro ha anche un muretto di 3 metri quasi verticale che è il punto più interessante della via.
Sul sito delle Capre Alpine potete trovare la relazione di tutte le vie in un bel PDF creato da loro.

Di seguito, le foto della giornata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *