Pizzo Tambò – via Normale

Pizzo Tambò – via Normale

postato in: Alpinismo | 0

L’Armata Brancaleone deve iniziare ad allenare le gambe per l’obiettivo Cervino e da qualche parte bisogna pur cominciare!!
Cominciamo così da un “piccolo” 3000, con dislivello moderato (1200mt) ma comunque in quota e con tutti i normali problemi dell’alta montagna.
Io c’ero già stato l’anno scorso con Marty ma quella volta abbiamo dovuto abbandonare a 200mt dalla cima a causa del temporale per cui oggi la motivazione per arrivare in vetta c’era ancora tutta.

La gita si rivelerà splendida sotto mille aspetti: paesaggi da urlo, clima godibilissimo, salite e discese divertenti e gag varie tra di noi.
Stavolta andiamo su belli spediti e questo ci permetterà di cazzeggiare un bel po’ sulla vetta e di fermarci al meraviglioso lago alpino che c’è verso metà percorso a prendere un po’ di sole e a giocare al ripasso del paranco.
A un certo punto però vediamo il temporale in arrivo, e non ci resta che sbaraccare di corsa e correre il più velocemente possibile verso valle, evitando così di prenderci una enorme lavata come sabato scorso al Pesciola!!

Grande gita e ottima compagnia!

Alla prossima raga!!

 

Piz Tambò (3279mt)

  • Pizzo Tambò - via Normale

    dopo esserci cambiati e tutto, ci fermiamo al solito baretto di Montespluga a bere una birra e a magnare qualcosa. Il Gallo ne approfitta per vedere se con gli occhiali sembra più intelligente...... (pare di no 😛 )

  • Pizzo Tambò - via Normale

    e questa chiude degnamente la splendida giornata! direi che non ha bisogno di commenti!! 😉

  • Pizzo Tambò - via Normale

    panozzo al salame e birra d'obbligo!

  • Pizzo Tambò - via Normale

    il Gallo e il Niggah verso l'arcobaleno

  • Pizzo Tambò - via Normale

    Discesa praticamente di corsa fino a valle, tirando dritto per dritto per sfuggire al temporale. Ce la faremo, ma non potremo mai fermarci perché lo abbiamo alle spalle e tra noi e lui c'è un distacco di pochi secondi!! 😉

  • Pizzo Tambò - via Normale

    dopo mezz'ora di cazzeggio al lago, arrivano i nuvoloni neri incazzati e il temporale ci invita a scendere di corsa!! mentre scendiamo, lo Spluga ci regala questo splendido arcobaleno

  • Pizzo Tambò - via Normale

    il Niggah e Samu osservano il Gallo al lavoro con uno sguardo tra il perplesso e il divertito

  • Pizzo Tambò - via Normale

    Samu si spara sto bel selfie tamarro al punto giusto 😉

  • Pizzo Tambò - via Normale

    Visto che è presto, decidiamo di scendere e di avvicinarci per vederlo da vicino

  • Pizzo Tambò - via Normale

    Eccoci arrivati alla parte del muretto pendente, che ovviamente decidiamo di rifare dritto per dritto anche in discesa. Qui ognuno si butta giù a suo modo, ma sempre con l'intenzione di divertirsi. Io mi sparo una bella corsa coi ramponi, Samu e il Niggah preferiscono lo slittino usando un telo e il Gallo non lo so perché non l'ho visto scendere, ma visto che è poco dietro di me immagino una misto tra le due cose 😉

  • Pizzo Tambò - via Normale

    Che colori ragazzi!!!

  • Pizzo Tambò - via Normale

    Rieccoci al super lago glaciale che con la luce del pomeriggio è ancora più super.

  • Pizzo Tambò - via Normale

    Io mi sdraio sull'orlo del precipizio a godermi il sole (tra una nuvola e l'altra).

  • Pizzo Tambò - via Normale

    panoramica dell'incantevole vista sotto di noi e sul versante opposto del passo dello Spluga. Una meraviglia per gli occhi

  • Pizzo Tambò - via Normale

    Dopo una mezz'oretta di cazzeggio in vetta, il tempo peggiora leggermente e decidiamo di scendere velocemente e di abbassarci un po' di quota, fino a raggiungere di nuovo il sole

  • Pizzo Tambò - via Normale

    La fotina con la croce per la mia collezione......immancabile 😉

  • Pizzo Tambò - via Normale

    La nostra cresta, vista con qualche nuvola di passaggio (vanno e vengono di continuo. In un secondo si passa dal vedere tutto al non vedere più nulla).

  • Pizzo Tambò - via Normale

    il Niggah e il Gallo in cazzeggio di vetta

  • Pizzo Tambò - via Normale

    Questa l'ha voluta il Gallo a tutti i costi....dice che sono due nuvole a forma di coniglietto che si baciano e che vuole essere taggato in questa foto con Grazia. Lo faccio per amicizia, ma mi dissocio da questa mielosità sulle pagine delle mie gite! 😉

  • Pizzo Tambò - via Normale

    Gab in cima. Soddisfatto, ma con un principio di congelamento delle zampe. Oggi la circolazione periferica non funzionava tanto bene. Mani e piedi freddi, cosa molto molto rara per me.

  • Pizzo Tambò - via Normale

    Il Niggah compila il libro di vetta lasciando la nostra impronta

  • Pizzo Tambò - via Normale

    Eccoci all'attacco della pappa sotto la croce di vetta. Tanta fame!!

  • Pizzo Tambò - via Normale

    Dopo una 40ina di minuti dall'anticima, eccoci in vetta!! Tempo totale: 3h e 20m. Buon tempo, siamo soddisfatti!

  • Pizzo Tambò - via Normale

    il Niggah fa il morto da recuperare e da bravo morto, dà indicazioni al Gallo su come recuperarlo 😛

  • Pizzo Tambò - via Normale

    Il Gallo allestisce velocemente una sosta con due picche per testare il paranco

  • Pizzo Tambò - via Normale

    Qui Samu medita la minchiata dell'attraversamento ma per fortuna il suo angelo custode lo fa desistere.... 😉

  • Pizzo Tambò - via Normale

    In questa conca fa un caldo pazzesco perché non tira vento e il sole è bello violento. Il Gallo e il Niggah decidono di mettersi a ripassare le manovre per fare il paranco. Io invece mi svacco al sole in mutande e non rompetemi i coglioni! 😛 Qui il Niggah in versione bronza di riace (bronza perché anche oggi il termine è molto appropriato a ciò che è successo durante l'intera giornata).

  • Pizzo Tambò - via Normale

    Visto che siamo stati bravi e veloci, possiamo goderci mezz'oretta di riposo vero

  • Pizzo Tambò - via Normale

    il Gallo arriva all'attacco del muretto

  • Pizzo Tambò - via Normale

    il Niggah attacca il muretto

  • Pizzo Tambò - via Normale

    il Gallo in posa alla base della cresta finale

  • Pizzo Tambò - via Normale

    ci raggiunge anche il Niggah

  • Pizzo Tambò - via Normale

    a metà cresta si inizia a salire su sfasciumi.

  • Pizzo Tambò - via Normale

    il Niggah osserva lo splendido panorama verso la metà dell'ultima risalita

  • Pizzo Tambò - via Normale

    Io e il Gallo in partenza verso l'attacco della cresta finale

  • Pizzo Tambò - via Normale

    ecco un facile murettino granitico che ci porterà praticamente a due passi dalla vetta. decido di affrontarlo con i ramponi per allenarmi un po' in misto

  • Pizzo Tambò - via Normale

    ecco la nostra cresta vista da circa metà pendio, con anche la vista fino al lago di Montespluga

  • Pizzo Tambò - via Normale

    Affrontiamo la salita verso l'anticima dritto per dritto, tanto la pendenza non supera i 30°-35° e con sta neve si può fare anche senza ramponi

  • Pizzo Tambò - via Normale

    Eccoci che attacchiamo la cresta verso la cima

  • Pizzo Tambò - via Normale

    Eccoci a ridosso dell'anticima e sullo sfondo vediamo finalmente la nostra cima che per qualche attimo esce dalla coltre di nubi che in genere la tiene bella nascosta

  • Pizzo Tambò - via Normale

    Siamo oltre metà strada e in avvicinamento al passo. La montagna coperta dalle nuvole è la nostra cima mentre il nevaio che sale dritto di fronte a noi è l'accesso all'anticima, a quota 3000 metri.

  • Pizzo Tambò - via Normale

    Ecco il Niggah sorridente al passo

  • Pizzo Tambò - via Normale

    Il Niggah sul muretto verso l'anticima

  • Pizzo Tambò - via Normale

    Quando lo vedi da più vicino resti letteralmente a bocca aperta per i fantastici colori di questo lago

  • Pizzo Tambò - via Normale

    Il Gallo e gli altri alle prese con uno dei tanti traversi

  • Pizzo Tambò - via Normale

    Una delle infinite rimonte su neve e sfasciumi che dovremo affrontare oggi

  • Pizzo Tambò - via Normale

    Dopo una quarantina di minuti dal ramponamento, appare il meraviglioso laghetto glaciale alla sinistra del pizzo Tamborello, cima minore lungo il nostro percorso.

  • Pizzo Tambò - via Normale

    Partiti!! I primi 2-300 metri saranno su erba con solo qualche occasionale tratto innevato, il che ci permette di salire su molto spediti. Ecco il Niggah e Samu con il Suretta sullo sfondo

  • Pizzo Tambò - via Normale

    Samu e il Niggah alle prese con l'indossatura dei ramponi

  • Pizzo Tambò - via Normale

    Dopo circa 400 metri di salita, è arrivato il fatidico momento di mettere i ramponi. Mi ricordavo che sta via aveva svariati traversi e quindi per quanto potremmo procedere anche senza, il rampone ci permetterà maggiore rapidità e sicurezza nei movimenti. Scelta azzeccata.

  • Pizzo Tambò - via Normale

    Eccoci in risalita sul primo nevaietto

  • Pizzo Tambò - via Normale

    la bella vista verso il lago di Montespluga sotto di noi

  • Pizzo Tambò - via Normale

    Il Niggah fa il ciula sulla roccia che divide il confine italiano da quello svizzero

  • Pizzo Tambò - via Normale

    Samu come ogni inizio gita, va a "liberarsi" per partire più leggero e portare meno zavorra... 😛

  • Pizzo Tambò - via Normale

    Il Niggah in preparazione al parcheggio del passo

Posted from Splügen, Grisons, Switzerland.

Lascia un commento