Piz Suretta – Punta Adami

Oggi dovevamo scappare in qualche modo dal maltempo…..e al passo dello Spluga c’è andata di culo.
Niente pioggia, gita inedita molto bella e anche qualche raggio di sole nel pomeriggio.
Pendenze su neve e ghiaccio per noi….che ci piacciono un sacco

 

SurettaHorn - Punta Adami

  • La nostra gita di oggi

  • Eccolo il lago azzurro con la luce del pomeriggio!! Beeeelllo!!!!

  • risalgono le nuvole! hmmfff......

  • un po' di riverenza del Gallo verso il crepaccio ben aperto di fronte a noi

  • per fortuna sono saliti 3 ragazzi che ci hanno fatto una fotina di gruppo

  • ok, risolviamo il problema.....si va di muso e il problema finisce lì

  • si muove delicatamente, quasi con timore.....che succede Gallo?

  • ok, è tempo di scendere. il sorriso del Gallo nasconde una certa preoccupazione

  • 180° del versante opposto

  • sotto di noi, i fantastici tornanti del passo dello Spluga, dal versante Svizzero

  • Siamo quasi a valle. Panoramica dall'alto del lago di salcazzo, il primo che abbiamo incontrato stamattina

  • Cheers Galletto, missione compiuta!!

  • il lago di salcazzo con la luce del sole acquisisce una sua dignità!! 😉

  • 180° della cima in direzione del lago di Stuetta

  • il lago di Stuetta, accanto al paesino di Montespluga, sotto di noi

  • ecco il nostro obiettivo all'orizzone

  • l'ultimo muro pendente prima della nostra cima

  • eccomi!! yo! 😉

  • e qui si arriva sulla pendenza un po' più seria. Stiamo tra i 45° e i 50°. ma vista la bella neve la piccozza serve solo come sicurezza. bastano i bastoncini per procedere

  • siamo arrivati sul ghiacciaio alla base della cima. sul versante opposto, raggiungibile in pochi minuti, un bel bivacco ben attrezzato

  • poi un po' di sano misto con facile arrampicata su roccia con ramponi ai piedi

  • bisogna attaccare un po' di verticale!

  • bella al Galletto!!

  • andiamo di pendenza! primo pezzetto attorno ai 35°

  • Nella valletta sottostante, il lago vagggggina, così soprannominato per la sua caratteristica forma

  • il ghiacciaio, che attraversiamo con la dovuta attenzione per evitare eventuali crepacci

  • e chi cazzo ce l'ha portata qui sta bella scaletta di legno??

  • risaliamo, e il sentiero ci porta sempre più vicini alla nostra cima, che però va affrontata sul versante opposto. quindi, le giriamo intorno

  • Anch'io voglio la fotina col lago azzurro!!

  • Eccoci al secondo lago, lo splendido lago azzurro. La luce del mattino non lo premia, ma così com'è, mezzo ghiacciato, è davvero una meraviglia di colori. La foto del pomeriggio col sole gli renderà più giustizia

  • subito un po' di pendenza per noi. ancora poca roba cmq rispetto al gran finale

  • ok, partiamo con la prima risalita su neve

  • arrivati al primo laghetto capiamo subito che sarà una lunga gita con ramponi ai piedi

  • il lago illuminato dal fugace raggio di sole

  • incredibile ma vero, un raggio di sole ci saluta prima della salita nevosa. durerà poco, ma è stato apprezzato

  • ma prima di attrezzarci, due ghigne e qualche fotina del lago

  • Ramponiamoci!!

  • Ecco la nostra meta in lontananza

  • dai che non piove! c'è speranza!!

  • pronti a partire

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *