Pointe de la Pierre

pubblicato in: Ciaspolate, Scialpinismo | 0

Il meteo dava terremoto e tragedia su tutta l’italia…..TRANNE…..nel lato occidentale della Valle d’Aosta.
Sabato ha nevicato e oggi si prospettava come la giornata perfetta per questa sci alpinistica.
Ci alziamo all’alba e partiamo di buona lena, uscendo a Quincinetto invece che ad Aosta per spendere “solo” 25 euro di autostrada invece che 70.
Ci vorranno tre ore ma chissene….mucca dorme in macchina e io sono troppo esaltato dalla bella fresca che vedo tutto attorno a me per farmi paranoie sulle 3 ore di viaggio.
Piove fino a Chatillon…..ma appena fatta la curva della della valle d’Aosta, appare il sole all’orizzonte, proprio dove stiamo andando noi!
Anche stavolta mille santi in paradiso! ;P

Abbiamo trovato 30 cm di neve fresca e farinosa e un sole magnifico per tutto il giorno.
Neanche un filo di vento.
Supergita!!

 

Skialp @ Pointe de la Pierre

  • foto architettonica della mucca

  • Dopo un ultimo tratto di discesa nel boschetto, arriviamo alla macchina e di fronte, troviamo questo "bellissimo" PUPPPAZZO DI NEVE. Bellissima gita, grande sole, grande neve, tanto divertiti! Al prox weekend! (o magari....un giretto in settimana.....chissà.... 😛 )

  • WOWWOWOWOW!!!! Il primo tratto di discesa è stato assolutamente fenomenale!! Neve meravigliosa, morbida, goduriosa. Ho fatto anche dei salti di qualche metro, cosa che in genere non faccio mai per salvaguardare le ginocchia.....ma con sto morbidume....si può azzardare!

  • Panorama a 180° dalla vetta in direzione della val d'Aosta e della cresta da cui sono salito

  • Proseguendo in cresta si può andare verso la nuova croce, fatta di ferraglia varia in modo artistico......mah... 😉

  • Uno sguardo verso la discesa in direzione Pila, che però è sicuramente più breve e meno "boschettosa" di quella che mi attende

  • Altra fotina di vetta con vista verso le piste di Pila, altro possibile punto di accesso alla nostra cima

  • MARONNA CHE BORDELLO!!! Qua c'è da scappare il prima possibile!!!

  • Mi faccio scattare le fotazze di rito con la croce e mi preparo alla svelta per levarmi dai coglioni da sto macello incredibile

  • Ultimo tratto di cresta e sono in vetta!

  • Finalmente è arrivata la bresaola! Erica stava strippando dalla fame e io pure! Ci svacchiamo al sole in un punto in cui si potrebbe tranquillamente stare in costume dato che non c'è vento e il sole ci batte dritto in fronte

  • Eccomi che arrivo! Notare la chicca della gocciolina che sta cadendo dalla grondaia proprio in quel momento

  • riproduzione della gita di ieri su google earth con lo sfondo della Grivola. la bella neve di oggi....immaginatevela. finché google non si adegua alle stagioni... 😉

  • Mentre mi aspetta, Erica si guarda intorno e fotografa le belle malghe con la grivola

  • Dopo aver affrontato i boschi della parte alta, arrivo sopra alla malga dove mi aspetta Erica. Cerco di chiamarla per farmi fare almeno un video, ma il telefono non piglia, quindi niente video.

  • Arrivato in cresta, vedo finalmente spuntare Aosta e sullo sfondo il Cervino e il Mont Geleé

  • La cima è ancora abbastanza lontana....forse Erica ha fatto bene a fermarsi.

  • Risalgo l'ultima gobba pendente che mi porterà verso la cresta finale

  • Mucca dice STOP!! Vedendo la processione di persone che si avviano verso la vetta e sapendo che scendere da qui con le ciaspole non sarà poi così divertente, opta per scendere verso la malga per accasciarsi al sole. Io proseguo perché ovviamente questo sarà il pezzo più figo in discesa e poi ci tengo ad arrivare in cima

  • Uno sguardo verso la Grivola e verso i bei pendii da cui è possibile buttarsi giù

  • Un'occhiata verso la malga, con le tracce di discesa di vari sciatori precedenti

  • Finalmente il cielo verso valle è completamente terso e si può gustare al meglio il gruppo del Bianco in tutto il suo splendore!

  • Accumulo carino che mi piaceva

  • Eccoci al secondo alpeggio, da cui finalmente avremo visione della nostra cima! Erica è un po' stanca e vorrebbe fermarsi al sole. La convinco a proseguire ancora un po'....ma ben presto mi manderà a stendere.... 😉

  • Man mano che ci avviciniamo, si vedono le belle bisciole degli sciatori che sono scesi prima..... IO NON VEDO L'ORAAAAAAA!!!!!!!!!!!!!

  • Ecco la parte finale della gita verso la Pointe de la Pierre. Mancano ancora una 40ina di minuti di buon passo, anche se a guardarla sembra più vicina

  • Ecco Erica nella selva oscura successiva. Tagliando a cazzo in discesa per sto bosco, ho rischiato la morte una decina di volte... 😛

  • Osservo i dolci pendii che mi attendono e godo. Ma prima.....c'è un altro bosco, bello fitto, da affrontare.

  • Panoramica della parte alta della val d'Aosta da circa metà gita

  • Guardando verso valle dall'alpeggio, solo il Monte Bianco e il Grand Jorasses si nascondono dietro a una sottile nuvoletta, che presto comunque sparirà per regalarci la skyline completa

  • Ecco finalmente l'alpeggio, nella sua bella location in pieno sole e con ottima vista verso valle.

  • Stavolta dovremmo davvero essere vicini all'alpeggio. Secondo noi dovrebbe essere sopra a quel colle al termine degli alberi

  • Dettaglio dei rami carichi di fresca

  • Da qui in avanti il bosco è rado a sufficienza per poterlo affrontare anche in velocità. Mi frego le manine.....

  • il sole si fa spazio tra gli alberi in modo fascinoso

  • La neve è meravigliosa oggi.....farina perfetta, asciutta, morbida.....una meraviglia

  • Dopo una parte di bosco più pendente, sembra che stiamo per uscirne....in realtà ci sarà solo una piccola radura. Avremo ancora molto bosco da affrontare!

  • Erica risale il morbido pendio del boschetto iniziale

  • Mentre salgo, spesso mi guardo indietro per studiare le migliori strade di discesa. Oggi con sta bella neve, non vedo l'ora di scendere.... 😀

  • Erica risale il secondo tratto di bosco, che ci porterà presto ad un alpeggio

  • Partiamo dalla frazione Ozein di Aymavilles, dopo aver percorso 5 nevosi chilometri in macchina su una strada pulita fino a un certo punto. Sopra di noi c'è ancora qualche nube, ma si capisce che il cielo si sta aprendo e che ci aspetta una fantastica giornata di sole

  • Ha nevicato tutta la notte, anche se moderatamente, e tutte le piante sono belle adorne di neve

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *