Canale ovest al Monte Legnone

Canale ovest al Monte Legnone

da ROCCOLIDEI LORLA (LC) a MONTE LEGNONE – disl. positivo 1370 mt. – alpinismo/misto

Canalone figoso per noi sto we!!

Le aspettative erano così così visto che di neve ce n’è ancora poca e non fa un gran che freddo, ma avevamo letto una recensione del giorno prima e questo lo davano in condizione, quindi ci siamo buttati.
Il Legnone l’avevamo già salito un milione di volte, ma farlo da questo splendido paretone innevato e ghiacciato è stata sicuramente un’altra esperienza, molto più intrigante e verticale rispetto alla via normale (pur molto panoramica).
Noi poi c’abbiamo anche messo del nostro andando a cercare la linea a nostro avviso più incazzata possibile, salendo vicino al costone roccioso che sembrava delineare la strada più ripida, con un bel risalto ghiacciato sui 60°-65° (assolutamente evitabile per altre linee, ma divertentissimo) e con una buona fetta di continuità sui 50°.

Fantastica anche l’uscita su una spettacolare cornice di neve che però ecco….non è che durerà ancora a lungo….
Diciamo che se domani è ancora su è già una fortuna!

Partenza presto, ritmo abbastanza elevato e discesa altrettanto presto, cosa che ci garantirà anche la magnata di livello per pranzo in un posticino mica male al termine della Valsassina.
Complimenti allo Zano per l’ottima scelta della gita e anche per il localino dei festeggiamenti (birrificio di Tartavalle, ex terme) che merita una visita con le sue birre artigianali e le sue pappe succulente!!!

 

Canalone Ovest al Monte Legnone

  • Canale ovest al Monte Legnone

    Ancora una bella fotazza per lo Zano durante la discesa dalla normale

  • Canale ovest al Monte Legnone

    E qui, il nostro tragitto di salita. La discesa sarà uguale, tranne per la parte alta dove abbiamo seguito la cresta ovest, che comunque in queste condizioni non è del tutto banale. Bellissima gita!!

  • Canale ovest al Monte Legnone

    Panoramica guardando verso il Grignone una volta tornati al bivacco. Bellissimo!

  • Canale ovest al Monte Legnone

    Il punto di congiunzione tra la parte ovest e nord del Legnone, con lo Zano che si gusta lo splendido paesaggio di discesa

  • Canale ovest al Monte Legnone

    E via che si scende! 10 minuti in cima e non di più, anche perché non è che faccia caldissimo... 😉 Qui lo Zano che domina la cresta di discesa lungo la via normale

  • Canale ovest al Monte Legnone

    Meritata fotazza di vetta tutti inzieme!!

  • Canale ovest al Monte Legnone

    Ecco il punto dell'uscita sulla cresta, affrontata da un signore che stava dietro di me, sulla 60ina, e che scannava come un pazzo. O era una guida o era uno che in montagna ci andava un giorno si e uno anche, perché davvero teneva dei ritmi notevoli!

  • Canale ovest al Monte Legnone

    Il Niggah si appresta a risalire la cornice finale per arrivare in cresta. Passaggio che abbiamo affrontato tutti alla "chi struscia meglio" perché non c'erano appoggi per i piedi e ci si doveva buttare un metro sopra su neve non proprio "certa"... 😉

  • Canale ovest al Monte Legnone

    Eccoci alla croce di vetta, ben ricoperta da ghiaccio, che diventerà il punto perfetto di appoggio per le nostre picche

  • Canale ovest al Monte Legnone

    Ultimi 20 metri di facile cresta e tutti in cima!!

  • Canale ovest al Monte Legnone

    strana foto dell'uscita, con una prospettiva distorta e il suo bel cornicione nevoso

  • Canale ovest al Monte Legnone

    La cappelletta sulla cima totalmente incrostata di neve e ghiaccio. Spettacolare

  • Canale ovest al Monte Legnone

    Vista verso valle in direzione della cresta di discesa, con privilegiata visuale sulla punta del lago di Como

  • Canale ovest al Monte Legnone

    Vista dalla cima del punto di uscita del canale e della sua bellissima cornice nevosa

  • Canale ovest al Monte Legnone

    Sguardo verso la cresta su cui posa il bivacco "Ca' de legn" e sulle valli immerse nelle nubi

  • Canale ovest al Monte Legnone

    Tanto per avere anch'io una fotina, mi sparo il canonico selfie con l'amata Light Machine 😉

  • Canale ovest al Monte Legnone

    Siamo nel tratto intermedio. Qui i 45-50° non mollano mai, per almeno 400 metri continuati, con solo un breve "terrazzino" sui 35°

  • Canale ovest al Monte Legnone

    Guardando in giù, questa è stata un'altra rimontina ghiacciata che abbiamo superato. Qui però si stava sui 50°. Già più morbida 😉

  • Canale ovest al Monte Legnone

    Lo splendido cornicione visto da accanto all'uscita del canale. Così.....bello. Dal vivo...........mooooooooooolto bellissimo!!!! 😛

  • Canale ovest al Monte Legnone

    Ma noi si sale....si sale.... Qui iniziamo ad intravedere la cima. Sembra vicina, ma manca ancora almeno mezz'ora di ripidità

  • Canale ovest al Monte Legnone

    altra fotina del Niggah nel pezzo centrale che non molla mai

  • Canale ovest al Monte Legnone

    Ed eccoci al pezzo più intrigante! Si tratta di un muretto di circa 4-5 metri, tutto su ghaccio, con un'uscita attorno ai 65°. Parte lo Zanollo bello spavaldo, ma poi arrivato al pezzo con l'uscita, un minimo di spavalderia gli passa e ci mette la giusta attenzione, anche perché la parte sopra aveva neve poco solida e l'uscita non è stata proprio uno scherzetto.per tutti noi. Ripetiamo poi anche io e il Niggah, tenendo un po' strette le chiappe, ma anche molto divertiti dal passaggio "tennico" e di soddisfazione

  • Canale ovest al Monte Legnone

    il Niggah nel tratto iniziale del canale, con le splendide stalattiti che scendono a picco dalle rocce accanto a noi

  • Canale ovest al Monte Legnone

    Inizia quindi il canale, che nella parte bassa ha una pendenza sui 30° e ancora poca neve

  • Canale ovest al Monte Legnone

    I primi 30-40 metri sono su roccia, ma abbiamo già indossato i ramponi e così questo muretto si rivelerà divertente da affrontare, con difficoltà sul II-III grado.

  • Canale ovest al Monte Legnone

    Dal bivacco, per raggiungere l'attacco del canale, bisogna scendere un centinaio di metri fino alla base della parete ovest. La strada non è chiarissima e fortunatamente incontriamo due "local" che ci sanno indicare dove si prende la traccia di sentiero che porta alla base del canale. Qui il Niggah mentre si ramponizza per iniziare le danze

  • Canale ovest al Monte Legnone

    Il report del giorno prima non l'abbiamo letto solo noi....al nostro stesso orario c'erano altre due cordate in preparazione al canalone, ma per fortuna tutta gente in gamba che saliva spedita e che non ci ha creato nessun problema

  • Canale ovest al Monte Legnone

    Poco sopra al secondo alpeggio è tempo di alba e come sempre la visuale in questa stagione regala nuvolette infossate tra le valli e tanta tridimensionalità! Non c'è il sole, ma la visibilità e ottima e sicuramente ci è andata meglio così perché col caldo ci saremmo trovati la neve pappa

  • Canale ovest al Monte Legnone

    Zano e il Niggah in risalita lungo il pratone del secondo alpeggio con già una prima visuale sulla parete che risaliremo

  • Canale ovest al Monte Legnone

    Vista di Colico dall'alto, ancora immersa nel sonno, al termine del primo pezzo di bosco che porta al primo alpeggio

  • Canale ovest al Monte Legnone

    Partenza dal ritrovo a Lissone alle 5 puntuali e siamo pronti a camminare dal parcheggio dell'alta Valvarrone verso 6:30. E' ancora buio pesto ma la strada la conosciamo e siamo tutti frontalati a dovere

Posted from Lombardy, Italy.

Lascia un commento