Falesiata @ XII Apostoli + visita alla nostra Mucca!

pubblicato in: Arrampicata, Falesia | 0
da VALAGOLA – PINZOLO (TN) a RIFUGIO XXII APOSTOLI – DOLOMITI DI BRENTA – disl. positivo 1170 mt. – trekking/falesia + PASSO VEZZENA (TN)

Questo weekend per noi era l’ultima occasione papabile per andare a trovare Nutella, la mucca che abbiamo adottato poco meno di un anno fa grazie ad una geniale idea/regalo delle coppie Repossi/Montella e Crespi/Brioschi.
Ne approfittiamo ovviamente per goderci anche un bel weekend a Campiglio che, nonostante quel menagramo del colonnello, è stato bellissimo e soleggiato, con microaccenni di pioggia nel pomeriggio di sabato che non avrebbero spaventato neanche un bradipo triste 😉

Siamo saliti fino al rifugio XII Apostoli sul Brenta, a 2500 circa, dove sapevamo che domenica si sarebbe celebrata la consueta festa annuale con il coro del Sosat ospite d’onore e 500 persone in arrivo domenica mattina, tra cui anche il vescovo che celebrerà la messa domenicale in questo ambiente da capogiro e con un avvicinamento da montanari veri.
La celebrazione stavolta l’abbiamo persa, perché domenica avevamo in programma di andare in Val Sugana a trovare la nostra mucca e recuperare le sfilze di formaggi che ci spettavano.
Ma sabato abbiamo potuto godere di un fantastico pomeriggio di arrampicata in quota, su roccia AIUTOPAURACHEROCCIAFIGAEABRASIVA che ci è piaciuto davvero tanto, complice anche il meteo che ha retto alla grande e ci ha lasciato arrampicare senza rotture tutto il pomeriggio, fino all’ora di cena.

La sera poi, abbiamo potuto ascoltare in rifugio le belle voci del coro Sosat stracariche di vino e di grappa durante le prove per il giorno dopo……cosa molto figa e piacevole per chi ama i canti di montagna e le splendide atmosfere che si respirano in rifugio.

Domenica infine, siamo saliti in culandia, vicino al passo del Vezzena, e abbiamo conosciuto la nostra mucca e ritirato l’ampia dose di formaggi di malga che ci attendeva da mesi.
Tanta roba ragazzi….sia il posto, sia Nutella, sia quello che abbiamo portato a casa!!!
Come al solito gran weekend quindi……e……mai…..MAI!!! dare retta al colonnello menagramo! 😉

Falesiata @ XII Apostoli + visita alla nostra Mucca!

  • La salita al rifugio è sotto un sole cocente. Suderò anche l'anima!!

  • Erica si gusta l'ultimo grappino mentre ascolta le canzoni del coro Sosat

  • Io e Mucca alla partenza, belli carichi delle peggio cose, in avvicinamento al lago di Valagola

  • Domenica, dopo la discesa dal XII Apostoli e dopo aver attraversato mezzo Trentino in macchina, arriviamo alla splendida malga Palù, che questa domenica è piena di gente e c'è in corso una festa per un evento di running che si è svolto nelle vicinanze. Noi però siamo qui per visitare la mucca e recuperare i nostri prodotti caseari, quindi andremo dritti verso l'obiettivo!

  • Ecco Erica con Nutella, la GIGAMUCCA che abbiamo scelto per la nostra adozione. Anche se la saluti, lei è troppo impegnata a magnare per cagarti di striscio. Ma intanto, qualche chilo di formaggi di ogni genere prodotti da lei e dalle sue amiche, viene a casa con noi, e siamo tutti molto felici! Al prossimo anno Nutella!

  • I ragazzi apprezzano le canzoni e tutto, ma c'è della stanchezza e siamo tutti pronti per la nanna. Ci prepariamo e ci ficchiamo nella stanza strapiena che ci hanno riservato e riposiamo qualche ora in vista degli impegni non trascurabili del giorno dopo

  • Ivana ascolta le canzoni di montagna e si lascia andare, chiudendo spesso gli occhi. Sono ormai le 22 passate e vista la giornatina che abbiamo avuto, ci sta alla grande!

  • Dopo la falesia, torniamo al rifugio a lasciare gli zaini e poi partiamo in esplorazione della chiesetta scavata nella roccia

  • Ecco la bella cappella del rifugio con tutte le targhe in commemorazione degli alpinisti scomparsi. Ci soffermiamo a leggere le brevi storie di ciascuno

  • bello cagnone lui.....affettuosissimo!

  • Finalmente un po' di sano svacco di fronte al sole calante accanto al rifugio

  • Samu con lo sfondo del rifugio al termine della nostra sessione pomeridiana di arrampicata

  • Dopo cena, si crea una bella atmosfera in rifugio perché il coro comincia a scaldarsi intonando canzoni di montagna, allietati da fiumi di vino e grappa mandati dal rifugista

  • Strane formazioni di nubi sul versante dell'Adamello, poco prima del tramonto

  • Splendidi ciuffetti di fiori montani che spuntano dai detriti di dolomia qua e là

  • Io racconto ai ragazzi la rava e la fava sul lago di Valagola

  • Le colorate bandiere del rifugio al contrasto con l'anfiteatro di cime che svettano attorno all'(ex) ghiacciaio d'Agola, orma ridotto all'osso, ma con ancora un paesaggio da urlo

  • Il sole tramonta esattamente dietro alla Presanella, che ben si riconosce sul lato opposto della valle

  • Io e Samu poco prima del tramonto, scrutiamo la cima del Crozzon del Brenta poco dietro alle montagne di fronte a noi, che ancora è bella illuminata dal sole e che presto vorremo affrontare per la famigerata "via dele guide".

  • Erica si sofferma a leggere le svariate lapidi e incisioni a ricordo di tutti gli amanti della montagna che hanno voluto essere ricordati qui. Tanta gente che è morta sul Brenta, ma anche tante lapidi che riportano luoghi ben distanti come la Nord dell'Eiger o le Mont Blanc du Tucul. La loro anima però riposa qui.....e come dargli torto!!

  • Ecco Samu, Iv ed Erica che stanno per arrivare alla grotta/chiesetta del XII Apostoli

  • L'oretta pre-cena, ce la passiamo serenamente seduti, contemplando il paesaggio, i giochi di luce che cambiano con l'avvicinarsi del tramonto e il movimento delle nubi, sempre irrequiete da queste parti. Bellissimo!!

  • Tornati al rifugio, ci aspetta un'oretta di attesa per la cena. Samu e Iv in svacco sulle belle rocce levigate dal ghiacciaio riposano e godono dello splendido paesaggio tardo pomeridiano

  • Panoramica dalla grotta della cappelletta del XII, fatta attorno alle 18 di sera

  • La grotta vista dall'interno, con l'enorme croce scavata che dà sul panorama circostante. Sulla sinistra, Ivana scruta l'orizzonte dalla grotta

  • Verso il tardo pomeriggio, finiamo le vie disponibili e porto il gruppo a far visita alla meravigliosa cappelletta del XII Apostoli scavata nella roccia. Questa è la vista del rifugio dal sentierino che porta alla grotta nella roccia

  • Qui siamo vicini alla grotta, e da qui si può capire bene in che contesto meraviglioso sia stato costruito questo rifugio. Io ci vado da una vita......da quando avevo 6-7 anni, ma è bello vedere le reazioni di stupore del gruppo di fronte a questi luoghi magnifici

  • Erica è dubbiosa guardando le pareti...e Ivana sembra voler prendere il sole e rinunciare, ma poi ovviamente le due Girls decideranno entrambe di affrontare le difficoltà e vaffanculo! D'altra parte.....siamo qui ANCHE per questo!

  • Dopo aver terminato tutte le vie appetibili della falesia principale, ci spostiamo sulla falesietta degli strapiombi che è alta solo 7 metri ma è fisicamente impegnativa e tra l'altro non è chiodata. Ci sono solo le catene, quindi saremo costretti ad arrampicare da secondi, ma la cosa ci starà visto l'elevato livello fisico richiesto per le salite.

  • panoramica dal rifugio con le cime d'Agola nel mezzo, e le bandiere del rifugio sulla destra, poco prima del tramonto

  • Ecco che la luce comincia a calare le dolomiti prendono il loro caratteristico colorito rosastro che dal vivo ti lascia a bocca aperta......sempre! (anche se vieni qui da 30 anni)

  • Panoramica dal terrazzo del rifugio. Nel tavolo al centro è seduto il gruppo del coro Sosat, che ride e scherza preparandosi per la serata e il giorno successivo giocando a carte e godendosi il bel paesaggio. Sulla destra, la Iv coccola un bel cagnone arrivato fin quassù e molto socievole con tutti

  • Trovo un altro paio di IV e V più in là e invito Erica a seguirmi, con l'idea di farle provare a scalare da prima in questo meraviglioso ambiente. Cosa che farà senza problemi!

  • Finiti i tiri della falesia principale, ci resta anche il tempo di scalare questi brevi monotiri in strapiombo che vanno fatti con corda dall'alto in quanto non chiodati...ma solo con le catene di discesa.

  • Dopo 2 ore e 40 senza correre, eccoci al XII, già abbastanza popolato di gente e bello soleggiato. Tutti sudati come merde......ma già pronti, dopo breve rifocillamento, a buttarci ad arrampicare sulle pareti lì attorno!

  • Samu e la Iv sull'ultimo tiro papabile della prima parete, con me sullo sfondo che vago alla ricerca di altre vie interessanti con gradi decenti

  • Facciamo la foto al quadretto che mostra le falesie circostanti. Ci sono anche vie lunghe, ma visto che il meteo è incerto per il pomeriggio, decidiamo di dedicarci alle falesie che stanno a pochi minuti dal rifugio e sono agevoli per la fuga veloce in caso di pioggia a grappolo. Questa è la falesia più facile (ma anche più carina). Faremo tutti i tiri di V e VI, più un tiro di IV che sarà il "battesimo" della mucca (non il suo primo vero tiro di da prima, ma il primo VERO...in dolomiti...e in quota. E brava Mu!!)

  • Ivana appena arrivata alla pausa post "scala santa", il pezzo più duro e verticale della nostra salita

  • Erica mostra la strada che aggira prima il lago e poi sale verso il rifugio XII Apostoli

  • Vista del lago di Valagola col riflesso delle cime di fronte

  • Samu e la Iv di fronte allo splendido lago di Valagola, contemplano il paesaggio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *