Monte Massone e Cima Eyehorn -solitaria-

Monte Massone e Cima Eyehorn -solitaria-

postato in: Trekking | 0
da LUZZOGNO VALSTRONA (VCO) a MONTE MASSONE – disl. positivo 1550 mt. – trekking

Milano avvolta nella nebbia da settimane: cattivo odore, cielo plumbeo, non un filo di vento… fuori dalla cappa splende il sole e il cielo è terso: l’ideale per il Massone, una cima facile con una vista magnifica, a un’ora e mezza dalla città.


Visto che sulle sterrate di montagna in auto ho le mie difficoltà scelgo la salita da Luzzogno, borgo antico e poco turistico, con vecchine ancora infazzolettate di nero: mi piace ricordare Paolina, conosciuta al parcheggio e ritrovata al ritorno della gita, che non si spiegava perchè e percome una donna da sola andasse in montagna, mi ha offerto un pasto caldo e una calda stretta di mano. Ma la vecchina in questione il dislivello che ho macinato io se lo fa tutti i giorni -o quasi- su e giù dal paese.


Ma di rospi ne ho dovuti ingoiare ben altri: un paio di simpatici vecchietti (over 80) mi hanno dato la palta sul tratto più duro della salita. Loro, due alpini con la barba più bianca di Babbo Natale, salivano “con calma” intrattenendomi in amorevoli conversazioni, mentre io rispondevo a grugniti per non sputare un polmone: poi ho ceduto, con la scusa di dover fare delle foto, e li ho fatti andare, altrimenti ci avrei rimesso anche l’altro polmone e finiva la gita.


Dalla cima una vista splendida su una serie di 4000, il riverbero dei laghi, e lontana lontana la cupola aliena di smog della pianura padana.

 

Monte Massone + Cima Eyehorn

  • Monte Massone e Cima Eyehorn -solitaria-

    l'alpe Campallero vista dalla strada a tornanti della via crucis: sembra alta.... e lo è!

  • Monte Massone e Cima Eyehorn -solitaria-

    la madonnina al culmine della via crucis: ho ripassato tutti i misteri, sono stata brava

  • Monte Massone e Cima Eyehorn -solitaria-

  • Monte Massone e Cima Eyehorn -solitaria-

    Il giro ad anello scendendo dallo EyeHorn attraversa un pianone in cui l'acqua non si è ancora gelata

  • Monte Massone e Cima Eyehorn -solitaria-

    EyeHorn guardando verso il Leone. Sotto di me il periplo delle trincee, semi-sommerso dalla neve, che rimando ad un'altra volta

  • Monte Massone e Cima Eyehorn -solitaria-

    EyeHorn guardando verso i laghi

  • Monte Massone e Cima Eyehorn -solitaria-

    Ciao Massone, passiamo oltre

  • Monte Massone e Cima Eyehorn -solitaria-

    Due minuti di riposo e visto che è presto, concateniamo lo EyeHorn, una cimetta poco distante

  • Monte Massone e Cima Eyehorn -solitaria-

    Croce di vetta: un simpatico skyrunner mi fa un servizio fotografico

  • Monte Massone e Cima Eyehorn -solitaria-

    Dalla cima: il massiccio del Rosa e il Leone. In queste giornate il Massone regala, e tanto.

  • Monte Massone e Cima Eyehorn -solitaria-

    il gruppo del Rosa e la luna ancora ben visibile nello strappo tra l'alpe Colle e l'alpe Campallero: qui è partito il polmone n°1, e questa foto è stata una scusa per fermarmi a respirare mentre i due infernali vecchietti alpini continuavano a salire di buon passo

  • Monte Massone e Cima Eyehorn -solitaria-

    sopra l'alpe Campallero: si sale per prati, a muzzo, guidati da ometti giganti pensati per occasioni di scarsa visibilità. Oggi però la visibiltà è ottima e l'inversione termica garantisce una temperatura più che accettabile per essere quasi Natale

  • Monte Massone e Cima Eyehorn -solitaria-

    lungo la salita all'alpe Colle di Sopra: in questo tratto ci sono svariate fonti, la montagna è parecchio antropizzata

  • Monte Massone e Cima Eyehorn -solitaria-

    Luzzogno all'alba: l'ultima nebbia si alza e il borgo si prepara ad essere baciato dal sole. Da qui (di salite al Massone ce ne sono parecchie) fino all'alpe Colle il sentiero è stato inglobato in una strada consortile in parte asfaltata, che sale ad ampi tornanti. Per intrattenere i viandanti ci hanno piazzato una via crucis.

Lascia un commento