Scampagnata al Monte Cornizzolo: ottima scusa per ottimo pranzo

Scampagnata al Monte Cornizzolo: ottima scusa per ottimo pranzo

postato in: Trekking | 0
CIVATE (LC) 320 mt – MONTE CORNIZZOLO 1.240 mt – disliv. positivo 920 mt – sviluppo 9 Km – trekking

E’ così…ogni tanto siamo pigri, pigrissimi! Ma una giornata invernale di sole era un peccato trascorrerla in casa, quindi abbiamo trovato la classica gita “for grannies” (con il 2018 creeremo un’apposita categoria, spiegando meglio cosa intendiamo, ma per ora nessun over 70 ce ne voglia!) ovvero sotto i 1000 metri di dislivello, su comodo sentiero, ma soprattutto con possibilità di lauto pasto in cima.

Questa passeggiata fin sulla vetta del Cornizzolo è stata anche l’occasione per scoprire il monastero benedettino di San Pietro al Monte di Civate, posto a metà della salita e risalente al IX secolo, un luogo di pace dove architettura e natura, come accade nei casi più fortunati, costruiscono insieme il paesaggio.

Si tratta di una gita più che di un’escursione, con partenza dalla Località Pozzo presso Civate e arrivo – tramite mulattiera e sentiero – al Rifugio Consigliere, dal quale in 10 minuti si può salire fino alla grande croce del Cornizzolo: in giornate terse come queste, nonostante la quota non esagerata, l’occhio spazia su un orizzonte vastissimo, a 360 gradi.
I sentieri per raggiungere il Cornizzolo sono molti, possibili i percorsi ad anello, anche partendo da Suello: noi ridiscenderemo dalla Val de la Porta, incontrando una fonte a circa 900 mt (Bog’ de Leghem), per poi riprendere il sentiero dell’andata poco prima del complesso monastico.

Ma oltre allo spirito, si sa, bisogna nutrire anche il corpo… la bella scoperta, oltre al monastero benedettino, è la cucina del Rifugio Marisa Consigliere, gestito dalla Società Escursionisti Civatesi (SEC), ottima e abbondante, come capirete guardando le foto dello stinco dimensione Flintstones in proporzione a noi piccoli mortali! 😀

 

Lascia un commento